Decisione Schrems II - impatto sulle aziende svizzere

31.08.2021

L'Unione europea (UE), lo Spazio economico europeo (SEE) e la Svizzera considerano il livello della legislazione sulla protezione dei dati negli Stati Uniti non all'altezza dei suoi principi, inadeguato e quindi insufficiente.

Il programma di autocertificazione nell'ambito del PS UE-USA, che è stato considerato ammissibile dalla Commissione UE dal luglio 2016, ha permesso il trasferimento di dati personali dall'UE e dal SEE a società statunitensi. In Svizzera, una soluzione simile era disponibile per gli imprenditori svizzeri da aprile 2017 con il PS CH-US. Il 16 luglio 2020, la Corte di giustizia europea ha dichiarato invalido il PS UE-USA nella sua sentenza nota come "Schrems II".

Come classificare questa decisione e cosa significa per le aziende svizzere si può leggere nell'articolo allegato dei nostri due avvocati lic. iur. Manuel C. Frick, LL.M. e lic. iur. Urs Maurer-Lambrou, LL.M. di SwissLegal (Bern) AG, pubblicato in: IT & Digitalisation, supplemento a Finanz und Wirtschaft del 28 agosto 2021.

Decisione Schrems II - impatto sulle aziende svizzere